Consiglio parrocchiale affari economici (CPAE)


Cos'è Il Consiglio Parrocchiale degli Affari Economici

Il Codice di diritto canonico n. 537 stabilisce: «In ogni parrocchia vi sia il Consiglio per gli Affari Economici che è retto, oltre che dal diritto universale, dalle norme date dal Vescovo diocesano; in esso i fedeli, scelti secondo le medesime norme, aiutino il parroco nell'amministrazione dei beni della parrocchia».

Il Consiglio dura in carica cinque anni. L’attuale scadrà a fine marzo 2019.

Le persone del CPAE vengono scelte nella comunità parrocchiale fra quelle che hanno disponibilità, capacità e conoscenza della legge in ordine all'amministrazione; sono persone attive nella comunità parrocchiale, godono stima per la loro testimonianza di vita cristiana e integrità morale.

Il Presidente del CPAE è il Parroco; egli rappresenta la parrocchia a norma di diritto in tutti i negozi giuridici; deve curare che i beni della parrocchia siano amministrati a norma di diritto.

Il compito del CPAE è di aiutare il Parroco con il consiglio nell'amministrazione dei beni appartenenti alla parrocchia; esso ha funzione consultiva. 

All'amministrazione della parrocchia competono i redditi patrimoniali, tutti gli introiti vari risultanti da raccolte, donazioni, offerte destinate alla parrocchia stessa.

Il CPAE, in ottemperanza alle disposizioni del Vescovo diocesano e alla indicazione del Parroco predispone, a tempo debito, il rendiconto preventivo e consuntivo delle entrate e delle uscite.

Il Parroco è tenuto, ogni anno, entro la fine del mese di marzo, a presentare alla Diocesi il rendiconto consuntivo dell'anno precedente con il parere del CPAE. Per gli atti amministrativi che richiedono l'autorizzazione del Vescovo il Parroco allega alla richiesta il parere motivato del CPAE; a norma di diritto, tutti gli atti e negozi giuridici di amministrazione straordinaria necessitano dell'autorizzazione della Diocesi.

Nel CPAE devono essere presenti possibilmente le diverse competenze: giuridica, economico-finanziaria, economico-amministrativa, tecnica.

L’attività richiesta ai consiglieri non sarà comunque limitata alla loro competenza professionale, ma improntata all'espressione di un vero servizio ecclesiale. 

Nella nostra Parrocchia il Consiglio è composto, oltre al Parroco e ad un Vicario Parrocchiale, da cinque membri laici, dei quali uno designato dal Consiglio Pastorale, e gli altri scelti dal Parroco.

 

Membri attuali del CPAE


Mons. Passerini Iginio (Parroco)

Don Cantoni Stefano (Vicario Parrocchiale)

Bescapè Domenico (Segretario)

Coldani Beniamino (Consigliere)

Ferrari Rota Enrica (Consigliere)

Meazzi Luigi (Consigliere)

Stringhini Giuseppe (Consigliere)