Periodo dal 19 agosto al 1 settembre


Continua la proposta delle considerazioni che Papa Francesco in Evangelii Gaudium ha offerto sulle sfide che tutti gli operatori pastorali si trovano ad affrontare nel contesto dell’attuale cultura globalizzata. La terza è quella di vincere la tentazione di un pessimismo sterile (nn. 84-86).

 “La gioia del Vangelo è quella che niente e nessuno ci potrà mai togliere (cfr Gv 16,22). I mali del nostro mondo – e quelli della Chiesa – non dovrebbero essere scuse per ridurre il nostro impegno e il nostro fervore. Consideriamoli come sfide per crescere. Inoltre, lo sguardo di fede è capace di riconoscere la luce che sempre lo Spirito Santo diffonde in mezzo all’oscurità, senza dimenticare che «dove abbondò il peccato, sovrabbondò la grazia» (Rm 5,20). La nostra fede è sfidata a intravedere il vino in cui l’acqua può essere trasformata, e a scoprire il grano che cresce in mezzo della zizzania. A cinquant’anni dal Concilio Vaticano II, anche se proviamo dolore per le miserie della nostra epoca e siamo lontani da ingenui ottimismi, il maggiore realismo non deve significare minore fiducia nello Spirito né minore generosità. In questo senso, possiamo tornare ad ascoltare le parole del beato Giovanni XXIII in quella memorabile giornata dell’11 ottobre 1962: «Non senza offesa per le Nostre orecchie, ci vengono riferite le voci di alcuni che, sebbene accesi di zelo per la religione, valutano però i fatti senza sufficiente obiettività né prudente giudizio. Nelle attuali condizioni della società umana essi non sono capaci di vedere altro che rovine e guai [...] A Noi sembra di dover risolutamente dissentire da codesti profeti di sventura, che annunziano sempre il peggio, quasi incombesse la fine del mondo. Nello stato presente degli eventi umani, nel quale l’umanità sembra entrare in un nuovo ordine di cose, sono piuttosto da vedere i misteriosi piani della Divina Provvidenza, che si realizzano in tempi successivi attraverso l’opera degli uomini, e spesso al di là delle loro aspettative, e con sapienza dispongono tutto, anche le avverse vicende umane, per il bene della Chiesa».

Una delle tentazioni più serie che soffocano il fervore e l’audacia è il senso di sconfitta, che ci trasforma in pessimisti scontenti e disincantati dalla faccia scura. Nessuno può intraprendere una battaglia se in anticipo non confida pienamente nel trionfo. Chi comincia senza fiducia ha perso in anticipo metà della battaglia e sotterra i propri talenti. Anche se con la dolorosa consapevolezza delle proprie fragilità, bisogna andare avanti senza darsi per vinti, e ricordare quello che disse il Signore a san Paolo: «Ti basta la mia grazia; la forza infatti si manifesta pienamente nella debolezza» (2 Cor 12,9). Il trionfo cristiano è sempre una croce, ma una croce che al tempo stesso è vessillo di vittoria, che si porta con una tenerezza combattiva contro gli assalti del male. Il cattivo spirito della sconfitta è fratello della tentazione di separare prima del tempo il grano dalla zizzania, prodotto di una sfiducia ansiosa ed egocentrica.

È evidente che in alcuni luoghi si è prodotta una “desertificazione” spirituale, frutto del progetto di società che vogliono costruirsi senza Dio o che distruggono le loro radici cristiane. Lì «il mondo cristiano sta diventando sterile, e si esaurisce, come una terra supersfruttata che si trasforma in sabbia». In altri Paesi, la resistenza violenta al cristianesimo obbliga i cristiani a vivere la loro fede quasi di nascosto nel Paese che amano. Questa è un’altra forma molto dolorosa di deserto. Anche la propria famiglia o il proprio luogo di lavoro possono essere quell’ambiente arido dove si deve conservare la fede e cercare di irradiarla. Ma «è proprio a partire dall’esperienza di questo deserto, da questo vuoto, che possiamo nuovamente scoprire la gioia di credere, la sua importanza vitale per noi, uomini e donne. Nel deserto si torna a scoprire il valore di ciò che è essenziale per vivere; così nel mondo contemporaneo sono innumerevoli i segni, spesso manifestati in forma implicita o negativa, della sete di Dio, del senso ultimo della vita. E nel deserto c’è bisogno soprattutto di persone di fede che, con la loro stessa vita, indichino la via verso la Terra promessa e così tengono viva la speranza». In ogni caso, in quelle circostanze siamo chiamati ad essere persone-anfore per dare da bere agli altri. A volte l’anfora si trasforma in una pesante croce, ma è proprio sulla Croce dove, trafitto, il Signore si è consegnato a noi come fonte di acqua viva. Non lasciamoci rubare la speranza!”


Don Iginio





Vita parrocchiale notizie e appuntamenti

 

Dal 1 luglio fino al 31 agosto restano sospese

* la S. Messa festiva nella chiesa dei Frati (ore 9,45)

* le S. Messe feriali delle ore 7,30 presso la cappella dell’Istituto Tondini e delle ore 18,00 presso la chiesa parrocchiale.

 
Bollettino parrocchiale

Il prossimo numero del bollettino parrocchiale “Comunità in Cammino” uscirà a cadenza quindicinale per domenica 2 settembre.


Appuntamenti

- venerdì 24 agosto: festa di S. Bartolomeo apostolo.

- domenica 26 agosto ore 16,00 in chiesa parrocchiale: battesimo di Lizzori Gaia.

- sabato 1 e domenica 2 settembre in tutte le Messe festive continua la raccolta mensile per l’iniziativa “Famiglie in rete”.

- giovedì 6 settembre alle ore 20,30 presso il Santuario dei Cappuccini a Casalpusterlengo: recita del Rosario e celebrazione della S. Messa in occasione delle celebrazioni mariane del Santuario.


Raccolte

* La raccolta di domenica 05.08 per l’iniziativa Famiglie in Rete è stata di €. 1.610,00



 



Calendario liturgico settimanale

 

1DOMENICA XXa del Tempo Ordinario – Liturgia delle Ore: SALMODIA 4a settimana – Ore 7 Parrocchia def. Angelo, Antonio e Teresina - 8,30 def. fam. Capelli e Cornaggia (radiotrasmessa) - Ore 10 Casa di Riposo def. fam. Albanesi e Butrichi - Ore 10 def. Cervi Antonio e Bossi Mario - Ore 11,15 Parrocchia per TUTTA LA COMUNITÀ (radiotrasmessa) – Ore - 17 Santuario def. con. Cattaneo Luigi e Angela - Ore 18 def. Vaghi Teresa (radiotrasmessa)

NB = ADORAZIONE EUCARISTICA QUOTIDIANA c/o Suore Cabriniane Ore 9-12/15-18

20 LUNEDÌ, mem. S. Bernardo, Abate e dottore - Ore 9 Chiesa del Cristo Beretta Giuseppe - Ore 17 Santuario def. fam. Sala

21 MARTEDÌ, mem. S.Pio X, Papa - Ore 9 Parrocchia def. con. Garioni Luigi e Rosa - Ore 17 Santuario def. Boffelli Enza e fam.

22 MERCOLEDÌ, mem. Beata Vergine Maria Regina - Ore 9 Chiesa dei Frati Cerri Sergio e fam. - Ore 17 Santuario def. Zani Massimo e genitori Francesco e Teresa

23 GIOVEDÌ – Ore 9 Chiesa Ss.ma Trinità def. Scarpanti Emilio - Ore 17 Santuario def. Vignati Paolo

24 VENERDÌ, Festa S. Bartolomeo ap. - Salmodia: Ufficiatura Propria Ore 9 Parrocchia def. Neve Vittorio - Ore 17 Santuario def. Omini Piera

25 SABATO, mem. S. Maria in sabato – Ore 9 Chiesa Santa Maria def. Noli Giacomo - Ore 17 Santuario - Ore 18 Parrocchia def. Raccomandati dalla Pia Opera del Suffragio (radiotrasmessa)

ORE 17-18 TEMPO per le S. CONFESSIONI

26 DOMENICA XXIa del Tempo Ordinario – Liturgia delle Ore: SALMODIA 1a settimana – Ore 7 Parrocchia def. Raccomandati dalla Pia Opera del Suffragio - 8,30 Parrocchia def. Clerici Albino, Maria e Antonia (radiotrasmessa) - Ore 10 Casa di Riposo - Ore 10 Parrocchia Defunti dimenticati - Ore 11,15 per TUTTA LA COMUNITÀ (radiotrasmessa) – Ore - 17 Santuario def. Bianchi Emilio - Ore 18 Parrocchia def. Luciano e fam. Fusari  (radiotrasmessa)

NB = ADORAZIONE EUCARISTICA QUOTIDIANA c/o Suore Cabriniane Ore 9-12/15-18

27 LUNEDÌ, mem. S. Monica – Ore 9 Chiesa del Cristo def. Veschi Rosa - Ore 17 Santuario def. Toselli Ernesto

28 MARTEDÌ, mem S. Agostino, Vescovo e Dottore - Ore 9 def. Pina, Rina e Angelo - Ore 17 Santuario def. Panzetti Agostina

29 MERCOLEDÌ, mem. Martirio di S. Giovanni Battista - Salmodia: Ufficiatura Propria - Ore 9 Chiesa dei Frati def. mons. Giovanni Battista Pettinari - Ore 17 Santuario def. Pisati Enrico, sorelle e fam. Rugginenti, Segalini e Uggeri

30 GIOVEDÌ – Ore 9 Chiesa Ss.ma Trinità def. Severgnini Aldo e Battistina - Ore 17 Santuario

31 VENERDÌ – Ore 9 Parrocchia - Ore 17 Santuario

01 SABATO, mem. S. Maria in sabato – Ore 9 Chiesa Santa Maria def. fam. Gandolfi e Grecchi - Ore 17 Santuario def. Troianello Pietro - Ore 18 Parrocchia def. don. Angelo Vida (anniversario)  (radiotrasmessa)

ORE 16-18 TEMPO per le S. CONFESSIONI