ABBIAMO BISOGNO DI SOGNARE


Il terzo millennio è iniziato con tre eventi che ci hanno invitato a riflettere sull'impostazione della società e del mondo intero. Nella storia assistiamo a una oscillazione che accentua ora l’individuo ora la collettività. Negli ultimi decenni del secondo millennio si è rafforzata la spinta verso una esaltazione della soggettività e dell’individuo, inteso come particella elementare indipendente e orientata al proprio benessere materiale, o inteso come presidio delle posizioni o dei vantaggi del proprio gruppo, o nazione o nel concerto globale; e tale spinta si è accentuata a livello economico, politico, associativo, alimentando il sentire e la cultura della società prevalentemente in senso individualistico.

La critica a questo modello non nega i valori dell’individuo: diritti, dignità, libertà, autonomia, autodeterminazione, singolarità, originalità; ma segnala la scarsa attenzione a coniugare questi valori entro il quadro di una armonia sociale dove gruppi o individui non si sentano esclusi o scartati da una interpretazione e un esercizio parziale o riduttivo di questi valori. Perché la società è organizzazione, coordinamento, legame, appartenenza (familiare, amicale, sociale) in funzione del bene comune, cioè di tutti e non di una parte soltanto. 

Anche il fenomeno stesso della globalizzazione rafforzatosi dagli anni novanta, nonostante la sua estensione universale, ha dato incremento alla spinta verso il polo dell’individuo, favorendo interessi di parte. I tre eventi di inizio millennio ci hanno aiutato ad aprire gli occhi su questa situazione. L’attentato alle torri gemelle del 2001 ha evidenziato lo scontro tra culture differenti e la volontà di prevalere ad ogni costo anziché di confronto per un mondo migliore; il seguito di terrorismo e di guerre mascherate da ideali religiosi, ha confermato la chiusura ad ogni relazione costruttiva e la ricerca di prevalere a costo di enorme distruzione. 

La crisi economica del 2008 è stata il frutto di investimenti mossi dalla fame di interessi finanziari e di speculazione di singoli e di gruppi, emblemi singolari di una società individualistica, tutta protesa al profitto e senza la minima preoccupazione per il bene comune. Anche qui la relazione, terreno sul quale si gioca la tensione o si compone l’incontro tra individuo e società, è andata a farsi benedire, creando enorme disagio nella convivenza. E non sono certo i muri e le barriere di qualunque parte a risolvere disagi come quello delle fughe dalla povertà. 

Ora è arrivata la pandemia, terzo evento che fa tremare l’intera umanità in questa alba del terzo millennio: non c’è individuo, gruppo, appartenenza, nazione, continente, ambiente che non ne sia toccato. E nella forma ed esperienza del lockdown ha azzerato qualunque forma di relazione. Quasi a dirci: non è ora di ripensare le nostre relazioni e muoverci per reimpostare un mondo dove individuo e società si incontrino in un equilibrio rinnovato, in una relazione veramente fraterna? È questo l’intento della lettera di Papa Francesco “Fratelli tutti””, che indica la strada per un tessuto rinnovato della relazione che componga i valori della persona con le esigenze della convivenza umana, per abitare “insieme” la terra e costruire “insieme” una famiglia universale. 

Papa Francesco segue in questo le orme di san Giovanni Paolo II del dialogo interreligioso avviato ad Assisi; punta sui giovani per una economia rispondente ai paradigmi dell’ “amicizia sociale”; propone un quadro concreto di modello sostenibile ispirato a relazione fraterna. È un sogno. Ma la ripartenza da questi choc globali ha bisogno di sognare così.


Don Iginio



 
 

S. Messe festive con i fedeli

È offerta la possibilità di prenotarsi per confermare la propria presenza alla S. Messa, scegliendo secondo il programma in vigore delle S. Messe festive della vigilia e della festività.

Via telefono: confermare la presenza telefonando a uno di questi numeri il sabato (dalle 9,30 alle 12,00): 340.2785334 / 388.8051622.

Via Web la procedura da eseguire e la seguente (è possibile prenotare la Santa Messa dal pomeriggio del venerdì che precede la celebrazione) :

* effettuare la registrazione (solo per la prima volta)
* arriverà in automatico una mail di richiesta conferma attivazione riportando i dati di accesso al sistema. Conservate la mail.
* per prenotare andate alla pagina prenotazioni, selezionare il giorno e la Santa Messa che intendete partecipare utilizzando la  mail e la password scelta in fase di registrazione
* in automatico vi arriverà una mail di confermata prenotazione

Nel caso di smarrimento della password, o per qualsiasi chiarimento inviate una mail all'indirizzo presenzamessa@sanbiagiocodogno.it  (non utilizzate questa mail per prenotare)

 

 

VITA PARROCCHIALE NOTIZIE E APPUNTAMENTI

 
 

Catechesi per adulti e giovani - ogni due settimane il lunedì sera in chiesa parrocchiale a S. Biagio – lectio di don Cesare: 26 ottobre, 9 e 23 novembre, 7 dicembre, 11 e 25 gennaio, 8 e 22 febbraio, 8 e 22 marzo, 19 aprile. Diretta streaming sul canale YouTube della Parrocchia.

 

Martedì 20

* ore 21 via web, a cura della Commissione catechistica diocesana: “Tre sere” per catechisti Iniziazione cristiana - La Bibbia raccontata ai ragazzi. Esperienze per un uso vitale della Sacra Scrittura (don Stefano Chiapasco e collaboratori)
* corso fidanzati ott. – dic.
Venerdì 23

* ore 18,00 per II-III media: catechesi con cena insieme
* ore 19,30 Consiglio Unità Pastorale
Domenica 25
Apertura anno catechistico nelle Parrocchie di città
* Ore 9,45 Messa ai Frati gruppo I-IV elem. e famiglie
* Ore 9,45 catechesi gruppo V elem. – I media
* Ore 11 Messa ai Frati gruppo V elem., Medie, Superiori
* Ore 11 catechesi gruppo 2-4 elem.
* Festa diocesana 14enni
Raccolte
La raccolta di domenica 11 ottobre per Famiglie in Rete è stata di €. 1.560,00.
L’offerta raccolta in occasione della Cresima (10 ottobre) e della prima Comunione (11 ottobre) è stata di €. 820,00; parte di questa somma (€. 400,00) viene assegnata alla Caritas per i poveri.


 

CALENDARIO LITURGICO SETTIMANALE

 
 
 

20 MARTEDÌ

Ore 9 Parrocchia def. Beretta Giuseppe – Ore 16,30 Santuario def. Antonio Dosio – Ore 18 Parrocchia def. con. Trambaglio Antonio e Elisa


21 MERCOLEDÌ

Ore 9 Parrocchia def. Manini Elisa, Gina, Maria, Annalisa e nonna Lucia – Ore 16,30 Santuario def. con. Massimo e Fulvia Ballabio e Carnevali Giuseppe – Ore 18 Parrocchia def. Mazzoletti Carlo e Lucia, con. Luciano e Giuseppina


22 GIOVEDÌ

Ore 9 Parrocchia def. con. Bianchi Maria e Zacchi Pietro – Ore 16,30 Santuario def. con. Omini Elisabetta e Marzani Silvestro e Velia – Ore 18 Parrocchia Ufficio defunti raccomandati dalla Pia Opera del Suffragio


23 VENERDÌ

Ore 9 Parrocchia def. con. Uccellini Carlo e Fausta – Ore 16,30 Santuario def. con. Francesco e Emilia Zoppetti – Ore 18 Parrocchia def. Pietro Vaghi


24 SABATO, mem. S. Maria in sabato 

Ore 9 Parrocchia def. fam. Quaglietti Giuseppe – S. Messe Festive della vigilia – Ore 16,30 Santuario – Ore 18 Parrocchia def. fam. Ferrari e Zanellotti

ORE 17-18 TEMPO per le S. CONFESSIONI